lunedì 19 marzo 2018

Giuseppe, uomo giusto



 Statua di San Giuseppe, dei fratelli Duthoit, XIX secolo, nella cattedrale di Amiens.


La parola "giusto" ha qui un valore molto grande. Sant'Alberto Magno così commenta: San Giuseppe è stato un uomo perfetto, per quanto riguarda la giustizia, la costanza della sua fede, la temperanza, la virtù della sua castità, la prudenza, l'eccellenza della sua discrezione, la fortezza e per l'energia della sua azione. Dunque, troviamo in lui le quattro virtù in grado eccellente.

Vangelo di Mt 1,18-21
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».





Pochi sono,i dati diretti che i Vangeli ci riferiscono su San Giuseppe. Intanto, per il fatto di essere stato scelto da Dio come sposo di Maria, la "piena di grazia", e degno custode del Verbo Incarnato, non possiamo dubitare che egli sia stato provvisto di doni e virtù straordinari. In questo senso, Sant'Alberto Magno lo esalta dicendo: Ha fatto del suo cuore e del suo corpo un tempio allo Spirito Santo..., nel quale ha offerto se stesso a Dio e, in se stesso, la più perfetta castità di corpo e anima, nel più accettabile e gradevole sacrificio a Dio.

Al termine "promessa sposa"  si deve una spiegazione:  Il matrimonio tra i giudei si realizzava in due tappe. Il compromesso (in ebraico kiddushin o erusin) non era una semplice promessa, come oggi, ma un contratto legale perfetto, ossia, vero matrimonium ratum. Pertanto, la donna promessa in sposa era sposa nel senso pieno e poteva ricevere il libello di ripudio, e in caso di morte era una vera vedova. Compiuto questo compromesso matrimoniale, i promessi sposi rimanevano nelle rispettive famiglie per un certo tempo che era secondo il costume di un anno. [...] Questo tempo era impiegato Nei preparativi della nuova casa e dell'arredo familiare.



Sposalizio di Giuseppe e Maria-
 Chiesa della Madonna del Buon Consiglio, di Genazzano


 Papa Leone XIII, in un'enciclica dedicata a San Giuseppe, dimostra come il suo matrimonio con la Santissima Vergine lo facesse partecipe della Sua grandezza. [Giuseppe] è lo sposo di Maria e padre legale di Gesù. Da questa fonte emana la sua dignità, la sua santità, la sua gloria. Certo è che la dignità di Madre di Dio arriva tanto in alto che nulla può esistere di più sublime,ma una volta che tra la Santissima Vergine e Giuseppe si è stretto un vincolo coniugale, non c'è dubbio che lui, più di qualunque altro, si è avvicinato a quell'altissima dignità per la quale la Madre di Dio supera di molto tutte le creature. Visto che il matrimonio è il massimo consorzio e amicizia - al quale è unita la comunione di beni - ne consegue che, se Dio ha dato Giuseppe come sposo alla Vergine, non lo ha dato soltanto come compagno di vita, testimone della verginità e tutore dell'onestà, ma anche affinché egli partecipasse, per mezzo del patto coniugale, all'eccelsa grandezza di Lei .

Fuga in Egitto -Giotto:  Cappella degli Scrovegni a Padova





4 commenti:

  1. San Giuseppe è una grande figura di sposo e padre.
    Dio non poteva mettere accanto alla vergine Maria un uomo qualsiasi.
    Abbraccio Dani.

    RispondiElimina
  2. Grande figura, grande uomo, grande santo.
    sinforosa

    RispondiElimina

`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,
:::(¯`v´¯),::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::(_.»✿«_)²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²::::
:::(_..^._).-´Grazie del commento.-.´-.´,.-.´,.-´.::::::::
:::´,.-.´,.,.´,.Arrivederci.-.´-.´,.,.-.´´,-::::::::
:::´,.a presto,.–::::::
:::´,.-.´,.,.´,.´.-.´-.´´,.-.´,.,.´´,.´.,.´.-.´-(¯`v´¯):::::::
:::²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²²(_»✿«_):::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::(_..^._)::::::
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·
`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,.·´¯`·.,,.·´¯`·.,,.·